LA FESTA DEL NINO: la tradizione in festa

Aggiornato il: gen 12



Le Marche sono una regione ricca di storia e di tradizioni, riproposte nel tempo attraverso sagre e manifestazioni: grazie a questi momenti possiamo riscoprire la tradizione e i sapori di un tempo, con uno spirito nuovo.


Oggi vi vogliamo portare a Sant’Andrea di Suasa, borgo di origini medioevali all’interno del comune di Mondavio (PU) dove dal 18 al 19 gennaio si tiene la Festa del Nino, esempio di come tipicità, buona tavola, prodotti genuini e creatività si uniscano in un evento che ogni anno attira migliaia di visitatori.


LA TRADIZIONE

Il nome dell’evento richiama la tradizione contadina che associa l’amore per gli animali (e soprattutto verso il maiale) a Sant’Antonio Abate, la cui ricorrenza cade il 17 gennaio. Da questa associazione di idee si ha quindi Antonino e quindi Nino, per definire il maialino.


Questa festa è un richiamo alla tradizione contadina anche per il momento dell’anno in cui si preparava la carne del maiale nella cosiddetta “pista”: un momento che univa diverse famiglie della zona, scandendone la vita anche nei mesi a venire visto che oltre alle salsicce e al macinato fresco, generalmente venivano confezionati anche salami e salsicce da seccare.


Oggi, Sant’Andrea, ricorda quei momenti della tradizione attraverso una manifestazione che illumina i vicoli del paesino medievale e li riempie di odori e sapori: l’odore di maialino allo spiedo e salsicce cotte sulle braci, l’odore di falò, di caldarroste e di vin brulè, che pian pian piano si spargono per le vie del borgo e attirano verso gli spiazzali e piazzette dove vengono preparati, diventando così uno spettacolo anche per gli occhi.


IL GUSTO

I visitatori vengono accolti da tanti buoni profumi e restano colpiti poi dai colori che vedono nelle bancarelle di prodotti tradizionali e tipici che si intravedono già dal portale d’ingresso e che lo accompagnano lungo tutte le vie del paese.


Formaggi di produzione locale, birre artigianali, cresce e focacce: tutti questi prodotti sono il perfetto contorno al protagonista dell’evento, ovvero il Nino. È infatti il maialino a prendersi la scena culinaria, grazie ai menù che si possono trovare nei ristorantini allestiti per l’occasione (come quello in piazza): pensate a quanto sarebbe bello potersi gustare un bel NinoBurger con un bel boccale di birra artigianale, mentre si sta assistendo all’esibizione di una band che sta animando la manifestazione.



LA CREATIVITÀ

È una festa legata alla tradizione, la Festa del Nino; ma questo non significa che non voglia rinnovarsi e restare al passo coi tempi: la creatività pervade questa manifestazione sin dalla comunicazione. Ogni anno viene infatti scelto un tema conduttore che viene poi sviluppato in divertenti locandine e merchandise a tema.


Questo filo conduttore si ritrova poi anche per le vie e per le piazzette, dove spiccano qua e là, decorazioni e richiami al Nino.


Se volete saperne di più su questo bellissimo evento, trovate sul sito festadelnino.org e sulla pagina facebook dell’evento tutte le informazioni per raggiungere Sant’Andrea di Suasa, per conoscere il programma dell’evento e la storia della manifestazione.


Venite nelle Marche per gustare i sapori delle sagre e delle manifestazioni come la Festa del Nino.

17 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti